CAPPELLETTI IN BRODO



Domenica mattina mi sono svegliata presto come al solito e, dopo aver portato a passeggio il mio caro Pluto sono tornata a casa dove dormivano ancora tutti!
Fuori stava iniziando a piovere, che fare?
Preparare un bel pranzetto per la domenica: CAPPELLETTI IN BRODO!!
Gli ingredienti c’erano tutti e all’ora…. all’opera!

PER 4 PERSONE

INGREDIENTI PER LA PASTA FRESCA:

  • 4 uova intere
  • 4 hg di farina

INGREDIENTI PER IL RIPIENO:

  • 450 gr di macinato scelto
  • 1 uovo intero
  • 100 gr di parmigiano grattugiato
  • noce moscata, olio, sale

Per prima cosa mettere a cuocere il macinato con un filo d’olio per una decina di minuti. Mentre si raffredda preparare la pasta sfoglia.

In una ciotola mettere i 4 hg di farina creando una fontana e al centro rompere le 4 uova. Iniziare a sbattere le uova prendendo un po’ alla volta la farina; quando l’impasto inizia a prendere consistenza lavorarlo con le mani trasferendolo sulla spianatoia.
All’inizio l’impasto sembra secco e brutto, ma continuando a lavoralo la farina si incorpora tutta e diventa più morbido e liscio.

Per avere un buon impasto schiacciarlo al centro con il palmo della mano, ruotarlo di 90° , prendere il lembo superiore per portarlo al centro. Schiacciarlo di nuovo al centro e ruotarlo ancora. E così via.

Quando l’impasto inizierà ad attaccarsi alle mani, creare una bella palla e metterla a riposare per una mezz’oretta in mezzo ad un canovaccio, lontano dagli spifferi.

Nel frattempo torniamo al ripieno.

Trasferire la carne in una ciotola, aggiungere il parmigiano, l’uovo, una bella grattugiata di noce moscata, un cucchiaino di sale e mischiare bene con le mani, “maltrattando” un po’ il composto fino a che non risulti omogeneo.

Passati i 30 minuti, riprendere la pasta e lavorarla ancora un po’ (noterete che nella sua pausa di riflessione è diventata ancora più liscia ed elastica!).
Dividerla in almeno due parti se per stenderla si usa il matterello, o anche di più se si usa l’apposita macchinetta.


 
Fare una sfoglia sottile ma non troppo, arrotolandola sul matterello e lavorandola con i palmi della mano schiacciando dal centro verso l’esterno, cospargendola spesso con la farina e girandola da un lato e dell’altro per non farla attaccare, aiutandovi arrotolandola sul matterello. Ottenuta la sfoglia, non importa se non è tonda perfetta, spolveratela nuovamente con la farina e piegatela in due.


 
Fare tante strisce orizzontali e verticali perpendicolari in modo da ottenere dei quadrati di pasta da 4 x 4 cm circa. ( le dimensioni possono essere anche più grandi se volete dei cappelletti più grossi).
Staccare i vostri quadrati e disporvi al centro un po’ di ripieno di carne.






 

Per chiuderli:



una volta posizionato il ripieno, chiudere il quadrato prendendo i lembi superiori e attaccandoli a quelli inferiori facendo pressione con le dita nel punto di giuntura e ai lati.
Prendere poi le due estremità in alto e unirle mettendo i lembi uno sopra l’altro, facendo un po’ di pressione e alzando le ali laterali.





Ecco pronto il vostro cappelletto.

Continuate fino a che non gli avete finiti tutti, disponendoli su un piatto o vassoio o direttamente sulla spianatoia, abbastanza distanti in modo che si asciughino e non si attacchino.

I cappelletti sono un piatto tradizionale marchigiano e sono ben diversi dai tortellini. Vengono consumati tradizionalmente nelle feste natalizie, ma per chi ha il tempo di farli, ogni occasione è buona! L’ideale è cuocerli nel brodo di carne, bastano pochi minuti, perché il ripieno è gia cotto e la pasta si cuoce subito.
Quindi buttarli nel brodo che bolle e farli andare per non più di 5-7 minuti. Spegnere il gas e prima che si stiepidiscano finiranno di cuocersi da soli. (Ovviamente la cottura varia anche in base allo spessore della sfoglia!)

Un alternativa al brodo è quella di mangiarli asciutti, sono ottimi anche così, ma considerati i già  molti ingredienti di base, è consigliato scegliere un condimento delicato per non appesantire troppo questo piatto.

Spero di essere stata chiara e se non lo sono stata non esitare a farmelo sapere!

Buon pranzo!!



Nessun commento:

Posta un commento

Potrebbe interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...