PORTACELLULARE ALL’UNCINETTO…con l’Arcano..



Realizzare un portacellulare all’uncinetto è veramente semplice.
In questo caso io ho preso la misura della lunghezza eseguendo una serie di catenelle.
50 catenelle in questo caso, ma si tratta di un cellulare non proprio dell’ultima generazione..

Da qui ho continuato a lavorare con tutte maglie alte fino ad ottenere una larghezza doppia del telefono. Se potete, misuratelo mentre lo eseguite..

Si chiude sotto e di fianco con maglie basse. Se volete realizzare una parte in più che ricopra il davanti, posizionatevi con l’uncinetto sulla parte aperta e sul lato che volete diventi posteriore, eseguite tutte maglie basse, e poi altre serie di maglie alte per tante volte quanto volete la lunghezza dell’aletta. Se volete anche formare un asola per un eventuale bottoncino per chiudere il portatelefono, nel penultimo giro fate un asola con una serie di catenelle che ripasserete con delle maglie basse nell’ultimo giro.

Ovviamente potete cambiare il filo ogni volta che volete per renderlo più vivace, oppure utilizzare tutti punti bassi per avere un lavoro più stretto, o ancora imbottire l’interno con del feltro per dare più sicurezza al telefono in caso di urti.
Mentre lavoravo questo modello, mi sono resa conto che sarebbe stato ancora più semplice se avessi moltiplicato il numero delle catenelle iniziali per due e mezzo; se avessi fatto 125 catenelle iniziali, avrei continuato solo con maglie basse o alte per la larghezza del telefono, e poi avrei chiuso sui due lati sempre con maglie basse.

Ora vi parlo dell’Arcano. Ho appena detto che il lavoro è semplicissimo ma io sono riuscita a sbagliarlo… siccome era parecchio che non lavoravo all’uncinetto, specialmente un lavoro tutto diritto, non ho tenuto conto delle maglie laterali che devono essere sempre riprese ad ogni giro successivo e quindi, solo dopo un po’ mi sono resa conto che invece di creare un rettangolo, stavo facendo un trapezio. Quindi se vi ritrovate nel mio stesso errore, non vi preoccupate, si può rimediare all’inghippo!

Infatti ho continuato a lavorare raddrizzando il tiro; quando la larghezza era giusta per il telefono ho prima chiuso sul lato libero e poi ho chiuso il lato stretto utilizzando punti bassissimi, ma non alle estremità, bensì tratteggiando una linea immaginaria orizzontale e passandoci il filo. Vedete il disegno forse sarà più chiaro.


Ovviamente poi questa sarà la parte interne e non si vedra' nulla!



E come porre rimedio alla parte alta? Ho ripassato tutte le maglie con un punto basso, e dove calavano o raddrizzato utilizzando maglie alte e in alcuni punti anche maglie altissime!!



Quindi se avete fatto qualche errore, non disperate che si può correggere, cambiando il filo potete sempre dire che era un motivo fatto apposta! :-)








Nessun commento:

Posta un commento

Potrebbe interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...